Eng
Background
X Chiudi

Hydrocarbot

Una soluzione per il mare.


Sostienici Ora


Road to Dubai

Come contattarci

Mail: info@hydrocarbot.eu

gruppo

Cos'è Hydrocarbot

Hydrocarbot è un robot che permette, attraverso una speciale spugna, di assorbire gli idrocarburi dall'acqua.

Il nostro robot è realizzato, al momento, con due tubi in PVC per il gallegiamento sopra ai quali è posto un contenitore in plexiglass che ospita l'elettronica: batteria 12V - inverter 12V-220V per la pompa dell'acqua messa in posizione frontale a filo d'acqua, e la ricevente per i motori.
Questi ultimi sono posti agli estremi posteriori su un profilo ad L in alluminio, con un'angolazione tale da permettere virate anche molto stretta.
La batteria viene ricaricata da un pannello solare posto al di sopra della scatola ospitante l'elettronica.

In un futuro prossimo vogliamo migliorare il nostro progetto, grazie al premio vinto alle Olimpiadi di Robotica, modificando il metodo di galleggiamento e di movimento. Inoltre vogliamo aggiungere un sistema GPS per l'orientamento nelle zone da ripulire.

Dopo aver vinto le Olimpiadi di Robotica abbiamo deciso di portare avanti il progetto e ora stiamo cercando i fondi per terminarlo.

Sostienici ora cliccando qua!

orientamenti

La spugna che usiamo


Fonte: Istituto Italiano di Tecnologia.

"In seguito a incidenti navali o industriali, la salute dell’ecosistema di mari e fiumi può essere compromessa a causa del riversamento di sostanze oleose, come il petrolio, che per l’uomo sono difficili da isolare e rimuovere. Una possibile soluzione a questo tipo di problematiche è la spugna manovrabile con campi magnetici capace di assorbire gli oli separandoli dall’acqua.

La nuova spugna è realizzata con materiali economici e processi nanotecnologici facilmente riproducibili su scala industriale. Il materiale di base è, infatti, la schiuma di poliuretano, un polimero comunemente usato per il confezionamento degli imballaggi e per l’isolamento termico, il quale è trattato con nanoparticelle di ossido di ferro e di politetrafluoroetilene (noto in commercio anche come Teflon), acquisendo proprietà magnetiche, superidrofobiche e superoleofile.

Il trattamento del poliuretano avviene in due fasi principali. Nella prima fase la schiuma viene bagnata con una soluzione contenente nanoparticelle magnetiche di ossido di ferro. La seconda fase consiste nel deposito delle particelle di politetrafluoroetilene sulla superficie della spugna. Tale trattamento rende il materiale capace di assorbire una quantità di sostanza oleosa fino a tredici volte il suo peso.

«L’80% delle nanoparticelle introdotte nella schiuma può essere recuperato e riutilizzato dopo l’utilizzo” – commenta la Dott.ssa Athanassia Athanassiou, coordinatrice del team Smart Materials di IIT – la nostra nuova spugna, quindi, è un esempio di materiale innovativo, intelligente ed ecologico in grado di rispondere a problemi importanti come l’inquinamento dell’ambiente»."

Chi Siamo

Siamo 4 ragazzi dell'Istituto Superiore Liceti di Rapallo (GE):
-Giorgio Bernardini
-Alberto Conte
-Luca De Ponti
-Tommaso Pavletic
Abbiamo partecipato e vinto le Olimpiadi di Robotica 2019.

Mail: hydrocarbot@gmail.com

gruppo

La storia di Hydrocarbot

Il 29 Ottobre 2018, a causa di una mareggiata, il porto di Rapallo (GE) è stato distrutto, e con esso tutte le barche che accoglieva.
Purtroppo anche tonnellate di carburante sono state riversate nel mare; per questo abbiamo deciso di cercare una soluzione al problema.

Molte parti del mondo erano già state colpite dall'inquinamento da idrocarburi e il fatto che questa volta si fosse verificato così vicino a noi, ci ha dato l'impulso per rimediare al danno in maniera concreta e fattibile.

A fine Marzo abbiamo vinto le Olimpiadi di Robotica 2019!
Ora facciamo parte della Squadra Nazionale che rappresenterà l'Italia alla FIRST Global Challenge che si svolgerà a Dubai dal 24 al 27 Ottobre e per partecipare abbiamo bisogno di quanti più supporters possibili.

Sostienici Ora liceti

Rassegna Stampa